loading



Estate italiana: sbucano vizi e personaggi di Peyton Place


Sono tanti i vacanzieri che rinunciano al "dilemma", peraltro piacevolissimo, di cercare nuove mete turistiche. "Stessa spiaggia, stesso mare" è la loro mission,  sempre e medesimo sono i termini che preferiscono, insieme alle identiche emozioni riposte, in naftalina, nel fondo di un cassetto, anzi dello stesso.  

Ed è proprio in quei posti di villeggiatura che, un occhio attento, riesce a ritrovare intatta, la versione Made in Italy del chiacchieratissimo romanzo "I peccatori di Peyton Place".

Rumors, riferiscono che ci siano tanti piccoli Peyton Place in Italia. Personaggi che si muovono tra le pinete dei monti delle Alpi o degli Appennini, altri che svolazzano con abiti colorati nelle località marine, altri ancora, cercano di camuffarsi, senza risultato, tra gli ameni paesini lacustri e le dolci colline della penisola.

E' strano, come ad agosto sbuchino improvvisamente nelle proprie città natali, impersonificando la parte migliore di se stessi, quella che ha raggiunto posizioni in società, che si è arricchita, quella fiera di aver superato dei traguardi. 

Anche il lago di Garda ha il suo Peyton Place, dove il tempo pare essersi fermato. Arrivano i venditori: il patito della pulizia che tenta di propinare una scopa, presa chissà dove, la volontaria di un'improbabile associazione che in cambio di un'offerta libera (che parte da una decina di euro) offre una piantina di fiori, il proprietario di casa che cerca di vendere il suo vecchio appartamento vista lago. Pretende cifre da capogiro ( vent' anni fa valeva 300 milioni di lire) incurante della svalutazione degli immobili, del degrado dello stabile e del valore commerciale del momento. Quello che conta è la sua percezione che annebbiando la vista,  lo convince a non mollare perchè quello è il posto "più bello del mondo".  

C'è poi la pettegola del paese. Di solito è una donna insoddisfatta del suo aspetto fisico (che nasconde dietro svolazzanti gonne gipsy) con una lingua velenosa e biforcuta. Di solito è sposata con un marito dal sapore azzimo, ma che lei considera il meglio sul mercato. Vive con lui pochi mesi l'anno (solo in inverno) perchè tra loro c'è la stessa attrazione fisica che si ha con la lavatrice di casa, però c'è il rispetto. Lei crede di essere nell'ombelico del mondo e pensa che le opportunità della vita siano grandi quanto la scatola del suo cervello.   

Di solito la pettegola, l' archetipo di Selena anni 50,  assume nella micro comunità di Peyton Place un ruolo "strategico" che le permette di tagliare e cucire la vita delle persone ed i giudizi, come fa la sarta con i tessuti. 

E poi c'è l'ex giovane dai capelli rossi, la ribelle. Arriva con un trolley rumorosissimo. Entra in una gelateria e chiede un "caffè caldo con un due pezzi di ghiaccio". Pensereste sia appena arrivata dall'aeroporto di Orio al Serio, invece, vi ricrederete ritrovandola, una settimana dopo, in giro tra le belle viuzze d'un paese limitrofo, che profuma di limoni e vaniglia. 

Cerca nuovi locali appena aperti, a volte indossa un grande cappello a larghe falde come le dive degli anni 50 a Portofino. 

Il gruppo dei cattivi impuniti, afferma che non paga mai il conto e che vive qua e là, dormendo solo con l' inseparabile valigia amaranto.   

E poi c'è un' ex industriale, l'anziana signora ricca e scialba in misura strettamente proporzionale e l'artista scultore che da dieci anni ritorna puntualmente, come le rondini a primavera. Ma di questi parlerò nel prossimo numero, come della venditrice della "boutique fashion". Capelli corti, abiti da quindicenne, voce gracchiante come quella della gallina padovana e codice etico dai  grandi valori "associativi".                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      Writer on the Garda lake



Peyton Place estivi
Peyton Place sul lago di Garda
Estate : Peyton Place Garda lake
Quanti Peyton Place made in Italy

Contattaci

Indirizzo, numero civico, citta - provincia
Your Message Has Been Sent! Thank you for contacting us.
Top