loading



W: wine tasting . my Cruise Experience -Venti di bonaccia


W come wine. La mia Cruise Experience non poteva trascurare l'aspetto enologico. Insomma un wine tasting andava sperimentato. E così, già a stomaco pieno,  eccomi seduta sugli sgabelli del wine bar Capriccio, davanti ai calici, ad ascoltare il sordo sbuffo del tappo di sughero quando sbotta dalla bottiglia.       

Purtroppo la giovane non è sommelier, nè intenditrice di vini, nè una wine lovers... e durante la degustazione finiamo per parlar d'altro. Io, che ho al mio fianco, un vero sommelier, avrei amato sentir dire parole che sanno raccontare il vino. 

Sono parole simili a poesia, intorno alle quali si riesce a fare mattina. 

Ad esempio: "I cinque passaggi fondamentali nella degustazione: colore, vortice, odore, sapore e sapore. Ovvero i passi delle "cinque S": vedi, agita, annusa, sorseggia, assapora."

Anche una citazione come quella di Ernest Hemingway sarebbe calzata a pennello: "Il vino è uno dei maggiori segni di civiltà nel mondo".  

Attorno al vino si fa poesia. Pura poesia. Odori di “sottobosco” di frutta secca, di rose, di mango, di prugne, di passion fruit, di stalla. Persino di urina del gatto... E prima di un altro tasting, mordicchiando un gustoso grissino ai semi di sesamo, facciamo ancora un po' di poesia, pensando alle 3 caravelle di Colombo.

Su qualche carteggio dell'epoca, qualcuno trovò questa testimonianza: "A bordo non si lesinava sul vino: 3 mestoli al mattino e 3 alla sera di vino rosso, oltre un litro al giorno!".   

 

                                                                                                                        Venti di bonaccia - My Cruise Experience 

 



Wine tasting?

Contattaci

Indirizzo, numero civico, citta - provincia
Your Message Has Been Sent! Thank you for contacting us.



Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato su novità e proposte.


Top